Belle Epoque & Tigullio, una scusa per un racconto di economia

un viaggio immaginario nel tempo per spiegare le crisi economiche

La Performance

  • La Belle Epoque

    Vincitrice dell'Andersen Festival 2012 (sezione Maratona di Racconti), la Performance prende l'avvio in quegli anni 20 pieni di promesse e speranze per tutta l'umanità.

  • Una storia d'amore

    Belle Epoque & Tigullio racconta dell'amore tra due artisti: una cantante e un dicitore di poesie, felici di vivere e lavorare in uno degli angoli più belli del mondo vicino a Portofino.

  • Il viaggio negli U.S.A.

    Sul finire degli anni 20 i due artisti partono alla scoperta dell'America, immersa nell'euforia di una ricchezza priva di pensieri che sembrava essere ormai a portata di mano per tutti.

  • La Crisi del 1929

    Anche loro, travolti dal crack del 29 ottobre 1929, assistono al crollo della borsa e dell'economia, mentre le speranze di benessere si trasformano in una chimera.

  • New Deal e totalitarismi

    La crisi economica continua a diffondersi, nonostante i tentativi di Roosevelt, intanto il fascismo e il nazzismo si rafforzano. Sarà solamente con la seconda guerra mondiale e con la ricostruzione che si ritroverà la piena occupazione e l'economia crescerà nuovamente.

  • La bolla speculativa e la crisi attuale

    Nuovamente la speculazione finanziaria produce povertà e disperazione per la maggior parte della popolazione, mentre la ricchezza di pochi diventa sempre più esclusiva e sfacciata.

  • Un'economia meccanicista

    Il neo-liberismo, con il suo equilibrio dei mercati resta ancorato ad una visione meccanicista della realtà e mantiene il dominio ideologico sul pensiero economico, a volte con marginali declinazioni di tipo keynesiane.

  • Un'alternativa immaginabile e possibile

    Nuove sfide ci attendono per creare un mondo migliore e più giusto, affinché l'umanità sia finalmente capace di scegliere la felicità della grande maggioranza della gente, invece del benessere di una piccola minoranza e in modo tale che l'economia smetta di essere un fine.